IL TEMPO SI E’ FERMATO

Ogni paese che si rispetti ha i suoi personaggi illustri; filantropi, scienziati o politici che con grande amore per il proprio paese lasciano magnifiche tracce del loro passaggio, specialmente gli imprenditori di successo che più di tutti ci tengono ad essere ricordati lasciando a loro memoria grandi opere di beneficenza sociale.

Nel nostro paese invece è successo una cosa più unica che rara: alcuni tra i nostri imprenditori di successo, grandi commercianti e costruttori, hanno pensato di immortalare l’esatto momento in cui quasi mezzo secolo fa avvenne il terremoto, lasciando le loro proprietà fatte di immobili e terreni così come si presentavano nei giorni dopo il sisma, come a fissare il ricordo di quel momento. Purtroppo per noi le proprietà di questi signori si trovano nelle posizioni più centrali e la loro immagine di decadenza devasta in modo irreparabile il volto del paese. Noi tutti facciamo molta fatica a comprendere le ragioni di tali comportamenti, dopotutto si trattava di terreni edificabili di proprietà di imprese edili, di edifici che per la loro posizione avrebbero visto il successo di importanti commerci e di aree che sembrano naturalmente predisposte al posizionamento di grandi strutture sociali come scuole e uffici.

Questa forma di autolesionismo, che però coinvolge tutto il paese, non riusciamo proprio a comprenderla, e se è vero quello che sembra: che sono beni che vi sono di troppo, che non vi servono, fate un atto di affetto per il vostro paese, fate che questo gesto possa essere ricordato da tutti… regalateli!!