Umbria Jazz 2019: artisti, eventi e musica sotto le stelle a Perugia

Il jazz evoca ambienti raccolti, serate vivaci, un bicchiere di whisky, donne e uomini in abiti eleganti. Ma le origini del genere musicale nato all’inizio del XX secolo in realtà sono umili. I primi jazzisti erano lavoratori delle piantagioni che utilizzavano la musica per rendere più lieve la fatica e ritmare le attività.

Quando la musica incontra il territorio trova radici e influssi che le danno corpo e la fanno crescere. L’Umbria Jazz è la manifestazione musicale jazzistica più importante d’Italia. Si svolge ogni anno in estate a Perugia. Ideata nel 1973, quest’anno giunge alla sua trentaquattresima edizione. Al festival Umbria Jazz 2019 artisti di fama internazionale si esibiscono nelle principali piazze della città per dar vita a una manifestazione coinvolgente, che allieta sia gli esperti appassionati, sia chi desidera semplicemente trascorrere momenti piacevoli all’aperto o a teatro, ascoltando musica di qualità.

L’appuntamento di quest’anno interessa i dieci giorni centrali di luglio, da giovedì 11 a domenica 21.

Per chi desidera partecipare alle iniziative dell’Umbria Jazz di Perugia del 2019 e godersi allo stesso tempo anche tranquillità e natura, l’albergo diffuso Borgo Sant’Angelo di Gualdo Tadino è la base d’appoggio ideale.

 

Umbria Jazz: il programma del 2019

All’Umbria Jazz, il programma 2019 è studiato per lasciare tutti senza fiato e pieni di entusiasmo. Musica ritmata e frizzante o sinuosa e piena di corpo sonoro si fa avanti per le strade e nelle piazze attirando melomani, curiosi e amanti delle feste. La serata di apertura dell’11 luglio vede sul palco in piazza IV novembre Wee Willie Walker & The Anthony Paule Soul Orchestra. La band delizia il pubblico con brani di musica soul, un genere musicale che contamina felicemente jazz, gospel e pop.

Il giorno successivo, un venerdì, il momento della settimana in cui molti vagheggiano le dolcezze del sabato e della domenica, la manifestazione entra nel vivo delle attività. Le note iniziano a riempire i vicoli già all’ora di pranzo, per chi esce dal lavoro a mangiare un boccone e per chi è già in vacanza. All’Arena Santa Giuliana alle nove di sera si esibiscono in trio Max Gazzè, Alex Britti e Manu Katché.

La serata del 13 luglio è dedicata a Diana Krall, mentre il giorno successivo è la volta di Paolo Conte. Il 15 luglio i concerti più importanti sono quello del pianista dominicano Michel Camilo e quello di George Benson, un artista statunitense, mago della chitarra, della voce e della composizione.

La serata dedicata alla musica sudamericana ha come protagonisti Chick Corea e Richard Bona, mentre il giorno dopo, un mercoledì 17 senz’altro fortunato, i Nick Mason’s Saucerful Of Secrets suonano il repertorio dei Pink Floyd dado vita a un’occasione unica per tutti i loro nostalgici ammiratori.

Altri musicisti imperdibili si esibiscono all’Umbria Jazz di Perugia del 2019: i King Crimson, Kamasi Washington, Michael League, Thom Yorke, Christian McBride e Lauryn Hill.

 

Umbria Jazz: i biglietti

Ma se vogliamo andare all’Umbria Jazz, i biglietti dove li troviamo?

I concerti organizzati nelle piazze della città di Perugia sono gratuiti e tutti i cittadini possono prendervi parte senza doversi procurare un biglietto. Al contrario, sono a pagamento gli eventi dell’Arena Santa Giuliana, del Teatro Morlacchi, della Galleria Nazionale, dell’Auditorium San Francesco al Prato e quelli allestiti alla sala Raffaello del Sina Hotel Brufani.

Per assistere agli eventi a pagamento dell’Umbria Jazz, i biglietti possono essere acquistati attraverso il sito ufficiale della manifestazione.

Per tutti quelli che acquistano il biglietto per uno dei concerti all’Arena Santa Giuliana dalle 19 è a disposizione il ristorante e snack bar dove è possibile consumare la cena o un aperitivo e ascoltare buona musica a partire dalle 19.30.

 

Borgo Sant’Angelo: base d’appoggio per l’Umbria Jazz di Perugia del 2019

Borgo Sant’Angelo è un albergo diffuso di Gualdo Tadino, in provincia di Perugia. L’edificio centrale è ricavato da un monastero del XIII secolo e si inserisce armoniosamente nel contesto del borgo medioevale insediato nella campagna umbra colorata e avvolgente. Ci sono poi tre dependance: il b&b La casetta del postino, le dimore del borgo della Residenza Cardinal del Monte e la dimora Casa Rubboli.

L’albergo diffuso Borgo Sant’Angelo è una soluzione ideale per godere della bellezza della campagna umbra e della tranquillità di un piccolo paese antico dove si trovano tanti negozietti che vendono prodotti dell’artigianato locale. Allo stesso tempo da Gualdo Tadino si può partire per visitare città e bellezze naturali dell’Umbria.

Così durante i giorni dell’Umbria Jazz di Perugia del 2019, dall’11 al 21 luglio, è possibile soggiornare a Borgo Sant’Angelo e raggiungere Perugia in poco più di mezz’ora per assistere ai concerti della manifestazione.

Se a luglio vuoi goderti la tranquillità della campagna, la bellezza di una città d’arte e la festa di una manifestazione musicale di livello internazionale come l’Umbria Jazz di Perugia del 2019, contattaci per prenotare una camera o un bilocale immersi nell’accogliente atmosfera dell’Umbria.

 

× Possiamo aiutarti?