I gradevoli dintorni di Gualdo Tadino sono caratterizzati da natura rigogliosa e da grande silenzio.

i suoi colli sono morbidi e verdeggianti, i suoi monti boscosi e fiorenti.

In ogni stagione gli incantevoli sentieri della zona sono percorribili a piedi, a cavallo (seguendo le apposite ippovie) o in sella ad una mountain bike (la montagna si presta perfettamente a praticare cicloturismo): le possibilità per fare attività fisica, circondati da paesaggi mozzafiato, sono qui davvero molteplici. Per esempio, a pochi chilometri dal borgo, nel Parco del Monte Cucco, la conformazione geologica consente a chiunque si interessi di speleologia di visitare le numerose grotte che si sono formate nel suo sottosuolo: le loro sale e le loro sorgenti sono tra le più rinomate d’Italia. Tra queste, non si può fare a meno di visitare le Grotte dell’Abbadessa e le Grotte di Frasassi (queste ultime site nelle Marche, a breve distanza da Gualdo Tadino).

 

Nella stagione invernale, invece, è possibile  praticare lo sci di fondo

il panorama della Valsorda e di Serrasanta con il suo eremo è davvero da ricordare. Ovviamente per godere delle bellezze di questi luoghi non è necessario dedicarsi a sport faticosi: infatti è qui possibile impiegare il proprio tempo in comode passeggiate da svolgere in tutta tranquillità, per potersi, così, rilassare contemplando questa natura meravigliosa fatta di campagne, grotte e parti di storia, conservate con cura dal popolo umbro (tra i percorsi consigliati, sicuramente il giro delle mura di cinta di Bevagna per l’interesse storico e le vedute panoramiche; le Cascate delle Marmore che si diramano in vari percorsi di trekking). Forse proprio per questo motivo, i paraggi si sono caratterizzati nel tempo per la presenza di monasteri, santuari, abbazie e pievi: la spiritualità che si può respirare in questi scenari è davvero intensa.

Alcuni dei maggiori esempi sono l’Eremo delle Carceri e la Basilica di S. Francesco d’Assisi, l’Eremo di Fonte Avellana (nelle Marche)


L’Eremo di San Girolamo di Monte Cucco, per esempio, sembra davvero località ideale per meditare

è composto da numerose celle edificate in epoca medioevale. Esse sono incastonate nella roccia offrendo, così, ai pellegrini una vista, a dir poco, sublime! Ovviamente tutta la regione è costellata di edifici di culto interessati dalla presenza di San Francesco d’Assisi, la figura spirituale più notevole di tutta l’Umbria: il Santuario della Verna, per citarne uno, è il luogo in cui il Santo ricevette le Stimmate nel Settembre del 1224. La Basilica di San Francesco d’Assisi, in città, e l’Eremo delle Carceri, nelle vicinanze di Assisi, molto antico e suggestivo: pare fosse frequentato dagli asceti già in epoca paleocristiana. Circondato da boschi di larici secolari vi si respira un profondo senso di serenità: qui San Francesco ed i suoi seguaci si ritiravano in preghiera.

Ma Gualdo Tadino è anche natura e,a tal proposito, è doveroso per chiunque alloggi in zona visitare la splendida sorgente dell’acqua Rocchetta, ubicata in un contesto naturale mozzafiato, a pochissimi chilometri dal centro.

Un po’ più lontane ma assolutamente da non perdere, le bellezze naturali delle Cascate delle Marmore dove è possibile, oltre alla vista mozzafiato, addentrarsi in percorsi più o meno semplici, adatti sia a chi voglia farsi una passeggiata rilassata che agli amanti dell’avventura.

La cittadina è anche meta strategica, perché collocata in una posizione perfettamente equidistante da alcuni dei centri più famosi della regione: Assisi, Spoleto, Perugia e Gubbio , ricchi di attrazioni.

Le camere