L’albero di Natale più alto del mondo a Gubbio: informazioni

 

L’albero di Natale più alto del mondo ritorna a illuminare la città di Gubbio e le sue provincie. In occasione della 37esima cerimonia si avrà addirittura un “contributo spaziale”.

L’albero di Gubbio sarà pronto per l’accensione il 7 dicembre e vedrà la partecipazione dell’astronauta italiano Paolo Nespoli, con l’Agenzia Spaziale Europea (Esa) e l’Agenzia spaziale italiana (Asi).

Anche per quest’anno vi è stata la possibilità di adottare una lucina – del costo simbolico di 10,00 Euro – con la possibilità di dedicarla ad una persona cara. Affrettatevi se volete partecipare, le 800 luci dell’albero sono già quasi terminate!

Ciò evidenzia quanto sia importante, per i cittadini umbri, mantenere una tradizione trentennale. L’abete rimarrà acceso sino alla festa dell’Epifania – 6 dicembre – giorno in cui la magia natalizia volge al termine.

L’Albero di Gubbio ha un’altezza di 650 metri, tutti adornati da luci multicolore e sulla cui cima viene posta una vistosissima stella cometa. Realizzato su una delle pendici del Monte Ingino, l’albero è capace di illuminare valli e borghi adiacenti, regalando uno spettacolo immenso: basta scegliere da dove vedere l’albero di Gubbio e aspettare l’attesissimo evento invernale.

Questa maestosa sagoma, realizzata con fili di luce collegati tra loro, ha ottenuto nel 1991 il titolo di The World’s Largest Christmas Tree” – L’albero di Natale più alto del mondo, da parte del Guinness World Record.

Grazie al Comitato, ogni anno è possibile realizzare questa perfetta disposizione di luci, in un piccolo borgo umbro. Un evento che attira sempre moltissimi turisti.

A distanza di pochi chilometri è inoltre possibile visitare il Presepe Emozionale di Frate indovino, a Gualdo Tadino: anche quest’ultimo ritenuto il più grande al mondo, grazie ad una struttura tridimensionale posta all’interno della Chiesa Monumentale di San Francesco.

Borgo Sant’Angelo – Albergo Diffuso, a Gualdo Tadino, offre un soggiorno incantevole tra le tradizioni e le bellezze territoriali umbre, nonché un’ottima occasione per goder della visione di due primati in un unico luogo.

L’albero di natale più alto del mondo a Gubbio – Storia e Comitato

La storia dell’albero di Natale più alto del mondo inizia nel 1981, quando un gruppo di volontari decisero di installare una quantità numerosa di lucine, per creare quello che oggi è un primato riconosciuto a livello internazionale. Nel 1992 il Comitato dei volontari decise di darsi una forma giuridica con il titolo di Comitato Albero di Natale più grande del mondo (Nome derivante dal primato Guinness ottenuto).

Il Comitato è composto da 50 membri di ogni età, dimostrando come il valore per la tradizione e l’importanza delle generazioni sia vitale per tutti: padri, figli e nipoti lavorano assieme per donare, tutti gli anni, un sentimento di gioia e amore da condividere con le persone care.

Per l’albero di Gubbio, l’accensione è prevista il 7 dicembre e rimarrà illuminato sino al 6 gennaio: le luci di cui è composta la sagoma sono più di 500, mentre la stella cometa ne presenta 200.

Le lucine aspettano solo di essere accese per regalare a tutti i cittadini una visione mozzafiato.

Considerando che l’albero di Gubbio ha un’altezza di 650 metri ed un’estensione pari a 130 mila metri quadrati, ci si può domandare quanti fili, cavi e lavoro manuale siano stati impiegati nella sua realizzazione: per creare l’albero di Natale più alto del mondo a Gubbio vengono utilizzati 8.500 metri di fili e cavi, con oltre 1350 prese e spine utilizzate e un lavoro umano di 1900 ore.

Albero di Gubbio – Accensione Spaziale

Per la 37esima edizione, l’albero di Gubbio vedrà l’accensione da parte dell’astronauta Paolo Nespoli. Quest’anno la cerimonia è dedicata a “Scienze e Progresso della Tecnologia” con la partecipazione di testimonial importanti: l’Agenzia Spaziale Europea e l’Agenzia Spaziale italiana.

Anche nelle precedenti edizioni molti personaggi hanno avuto il piacere di accendere l’albero più alto del mondo di Gubbio: provenienti dalle istituzioni, dalla scienza, dallo spettacolo e dalla cultura, ognuno ha contribuito a rendere ancor più memorabile l’evento.

Dal presidente Enel Chicco Testa sino a Terence Hill, dal direttore dell’Istituto Europeo di Oncologia Pier Giuseppe Pelicci sino al direttore di Telethon Pietro Spirito. Da Padre Benedetto XVI nel 2011 sino a Giorgio Napolitano; e ancora, nel 2014 con Papa Francesco e Società nazionali ed internazionali come: Caritas, Medici senza Frontiere e Save The Cildren nel 2016.

Da dove vedere l’albero di Gubbio?

Scegliere il giusto luogo da dove vedere l’albero di Gubbio è fondamentale ma, considerando l’altezza, il problema non sussiste. L’albero incorniciato da molteplici luci e colori è osservabile anche a chilometri di distanza.

Tuttavia, si consiglia di rimanere in periferia per poter godere di una completa visuale, ad esempio nella zona del Teatro Romano oppure vicino allo stadio. In alternativa, è ben visibile sulla strada in direzione di Perugia.

Borgo Sant’Angelo a Gualdo Tadino

Borgo Sant’Angelo – Hotel Albergo diffuso si trova a Gualdo Tadino, borgo distante circa 30 km da Gubbio, facilmente raggiungibile tramite la strada statale.

A Gualdo Tadino, attualmente, è possibile inoltre godere della visita al Presepe di Frate Indovino, composto da una struttura tridimensionale che è considerata la più grande del mondo. Un’occasione per prendersi qualche giorno per visitare l’Umbria, approfittando di vedere due eventi che detengono il primato di essere i più grandi del mondo.

Borgo Sant’Angelo, Hotel a tre stelle, è situato nel centro storico della città di Gualdo Tadino, una posizione strategica che consente di passeggiare tra i vicoli e sobborghi sino a raggiungere la sorgente d’Acqua Rocchetta.

Grazie all’accoglienza offerta da Borgo Sant’Angelo, è possibile deliziarsi di tradizioni e del buon cibo, tipico di questa terra.

Se sei interessato a vedere l’Albero più alto del mondo, cogliendo anche l’occasione di visitare il Presepe Emozionale, CONTATTACI e prenota un soggiorno. Dalla nostra ubicazione puoi raggiungere comodamente i principali centri d’interesse della Regione e assaporare la bellezza dell’Umbria.