L’albero di Natale più alto del mondo. Un piccolo viaggio tra curiosità e ospiti d’eccezione

albero gubbio

L’accensione dell’albero di Natale di Gubbio – Perugia – raccoglie ogni anno reazioni stupite e deliziate. Non per nulla, in questo periodo dell’anno i numeri dei visitatori della località e dei borghi medievali limitrofi raggiungono picchi da record.

A Natale, il fascino dei luoghi si mescola con l’ospitalità degli abitanti, che riescono a trasmettere tutte le emozioni tipiche del periodo natalizio. Quest’anno, un tocco in più sarà donato dagli ospiti eccezionali che parteciperanno all’accensione dell’albero di Natale di Gubbio.

 

Sommario:

Albero di Natale più alto del mondo a Gubbio – Curiosità

Un albero luminoso e musicale

Ci sono altre attrazioni, oltre l’albero di Natale?

Albero di Natale più alto del mondo a Gubbio – Un po’ di numeri

Adotta una luce e accendi il Natale

Quando è prevista l’accensione dell’Albero di Natale a Gubbio

Chi saranno gli ospiti di quest’anno?

Da dove vedere l’albero di Gubbio?

Borgo Sant’Angelo, la magia del Natale senza la confusione

 

Albero di Natale più alto del mondo a Gubbio – Curiosità

L’atmosfera natalizia che invade Gubbio e il Monte Ingino è resa ancora più bella dall’enorme albero che decora la montagna. Non è di un albero vero e proprio. Si tratta di un’installazione di luci distribuite sulle pendici del mondo, in modo da disegnare un enorme abete. Quando si accendono le luci, il monte si illumina e il grande albero torreggia su Gubbio (Perugia) e sulle città limitrofe.

Partita nel 1981 come un’iniziativa curiosa, nel corso degli anni l’albero di Natale più alto del mondo di Gubbio è diventato un polo turistico per gli umbri. Per gli umbri e per i turisti provenienti da tutto il mondo. Nel 2006, la BBC ha addirittura indicato Gubbio come la città ideale nella quale passare le vacanze di Natale. Da allora, sempre più stranieri hanno cominciato a riversarsi nel borgo, in cerca di un punto da dove vedere l’albero di Gubbio.

La curiosità suscitata dall’impresa è diventata una grande fonte iniziative e feste. Il Comune di Gubbio ha iniziato a dare un’importanza crescente all’evento. Oggi, attorno all’accensione dell’Albero di Natale di Gubbio si concentrano eventi e manifestazioni che, collegate al periodo della natività, riescono a regalare un sogno ai più piccoli e ai grandi che li accompagnano.

Un albero luminoso e musicale

Grazie alla tecnologia, con gli anni l’accensione dell’albero di Natale di Gubbio è diventata un’attrazione a 360°. Oltre che di luci, la vallata si riempie di musica: lungo gli stradoni del monte Ingino, infatti, sono presenti sono presenti unità audio. Grazie ad un sistema di amplificatori e connessioni Internet, permettono di vivere il momento con ancora più magia. Come funziona l’albero musicale, più nello specifico?

Il Monte Ingino è percorso da grandi stradoni che attraversano l’albero stesso. In alcuni di essi sono state installate delle unità audio, ciascuna delle quali è composta da:

  • due altoparlanti;
  • un amplificatore;
  • un convertitore di flussi audio;
  • un sistema wireless per connettere tutto a internet.

Le unità – in tutto 7 – si connettono alla rete e attingono tutte alla stessa playlist di musiche di Natale. In questo modo, trasmettono tutti la stessa musica e impreziosiscono l’atmosfera natalizia. Ciascuna unità è collocata su un albero – gli “alberi musicali” – ed è protetta da acqua, neve e vento.

Ci sono altre attrazioni, oltre l’albero di Natale?

Le attrazioni presenti a Gubbio che fanno da cornice all’albero di Natale più alto del mondo renderanno felici soprattutto i più piccoli: un laghetto ghiacciato invita a visitare la slitta di Babbo Natale; il Trenino Gubbio Express Christmas e la Ruota Panoramica del Polo Nord trasmetteranno il clima natalizio ricco di abbracci e calore. Ci sono però tante altre cose, dedicate anche ai più grandi.

Il giorno dell’accensione dell’Albero di Gubbio e quelli successivi, puoi approfittarne per assistere anche all’evento di Videomapping 3D. Alle ore 18 di ogni giorno, la facciata di Palazzo dei Consoli diventa un tripudio di colori. Nel corso dei cinque minuti dello spettacolo, vengono proiettate delle immagini tridimensionali che creano effetti visivi di grande impatto. Il tutto viene accompagnato da musica a tema.

Il Mercatino di Natale di Gubbio è invece un’occasione per comprare deliziose decorazioni fatte a mano, camminando tra strade illuminate a festa. Tra un acquisto è l’altro, è possibile assaggiare le tante specialità natalizie vendute nei banchetti e ammirare il grande albero.

Albero di Natale più alto del mondo a Gubbio – Un po’ di numeri

Le misure dell’albero di Natale più alto del mondo sfiorano i 450 metri per la base e raggiungono un’altezza di 750 metri e poco più: è un po’ come vedere 30 campi da calcio spalmati su di una collina. Le luci che compongono l’opera temporanea sono invece oltre 800; sono suddivise tra stella, sagoma e interno. L’enorme stella da sola comprende circa 100 lampadine, le cui luci sfiorano la basilica del Patrono, Sant’Ubaldo, dove si conclude anche la Corsa dei Ceri di maggio.

Data l’altezza dell’albero di Gubbio, per i preparativi sono necessari mesi interi. Gli Alberaioli – gli uomini impiegati nell’impresa – impiegano 1.900 ore; quest’anno, i lavori sono partiti il 15 settembre e si chiuderanno solo a ridosso dell’evento. Gli eugubini partecipanti svolgono la propria attività in maniera del tutto gratuita. La tradizione ha ormai raggiunto quota 39 anni: per la popolazione locale far parte della manodopera è un onore.

Il Guinness dei Primati è stato raggiunto nel 1991. All’epoca, l’albero di Gubbio raggiungeva un’altezza di 650 metri. Ad oggi, nessun’altra comunità è ancora riuscita a superare tale record: nonostante i molteplici tentativi, il Monte Ingino sembra irraggiungibile.

Adotta una luce e accendi il Natale

A prima vista, l’iniziativa potrebbe sembrare eccessiva e poco green. In realtà, l’accensione dell’albero di Natale di Gubbio rispetta l’ambiente e si ripaga da sola. Tutte le lampadine usate sono infatti a risparmio energetico e alimentate con energia proveniente da fonti rinnovabili. L’albero brilla grazie a 16 moduli fotovoltaici, che coprono buona parte del fabbisogno. In aggiunta, il Consiglio Direttivo ha ideato un modo per ridurre i costi.

Circa due mesi prima dell’inizio dell’evento, è possibile adottare una luce. Visitando il sito, è possibile “comprare” online una delle luci che compongono l’albero. Il prezzo della singola luce è fissato a 10.00 Euro simbolici. Durante l’acquisto è possibile aggiungere una dedica e scegliere così un regalo di Natale unico, originale e ricco di emozioni!

L’iniziativa Adotta una Luce dell’Albero di Natale di Gubbio è un modo per contribuire ai costi energetici necessari per mantenere attivo questo record tutto italiano. Per il 2019, l’apertura delle vendite è stata fissata il 4 novembre alle ore 11.00, con tanto di conto alla rovescia. Sono infatti tantissime le persone che ogni anno aspettano con ansia l’inizio delle vendite: solo i più veloci ce la fanno.

Per poter adottare una luce ci si deve muovere con anticipo: le luci vanno a ruba e riuscire ad accaparrarsene una diventa un piccolo traguardo degno di nota.

Quando è prevista l’accensione dell’Albero di Natale a Gubbio

L’accensione dell’albero di Natale più alto del mondo avviene il 7 dicembre, in occasione della vigilia della Festa dell’Immacolata. L’evento dà il via a tutte le manifestazioni eugubine legate al Natale: mercatini natalizi, eventi benefici e un clima di armonia e vicinanza riempiono le vie di Gubbio. Tutte cose che regalano ad ogni ospite una sensazione di pace e di benevolenza, in perfetto stile natalizio.

Lo spegnimento dell’albero è fissato per il 10 gennaio: i colori della natura riprendono possesso della vallata e restano in attesa della nuova vestizione a festa. Gli Alberaioli smontano di nuovo tutto e il monte torna in attesa.

L’accessione dell’albero di Natale di Gubbio è trasmessa anche in diretta internet: accedendo al sito ufficiale tutti possono assistere a questo momento che regala forti emozioni. Soprattutto nel periodo natalizio, durante il quale ci si ritrova con amici e parenti, riuscire a “sentire” vicino anche chi vive lontano è molto importante.

  – Chi saranno gli ospiti di quest’anno?

L’evento raccoglie personalità anche rilevanti per l’Umbria e l’Italia intera. Nel 2014, partecipò addirittura Papa Francesco, mentre nel 2016 furono i rappresentati di Save the Children ad accendere l’albero. Nel 2018, l’onore toccò alle Frecce Tricolore, che tolsero il fiato con la loro esibizione e diedero il via al Natale di Gubbio.

E quest’anno? Nel 2019 chi farà risplende Gubbio di mille colori è ancora un segreto…

Ciò che sappiamo è che ogni anno, il Gruppo Alberaioli sceglie ospiti che trasmettano una morale quanto mai essenziale: l’importanza del singolo in una comunità. Tutti gli ospiti scelti fino ad oggi lavorano o hanno lavorato per la comunità, per fare del bene agli altri e per diffondere lo spirito di unità nazionale.

Da dove vedere l’albero di Gubbio?

Data l’altezza dell’Albero di Gubbio, l’opera sarà visibile anche a chilometri di distanza. Anzi, tenendosi un po’ più lontani è possibile ammirare l’opera ancora meglio. Avvicinandosi troppo, infatti, si rischia che l’albero diventi troppo grande per essere abbracciato con lo sguardo. Da dove vedere l’albero di Gubbio, quindi?

Arrivare fino al Palazzo del Consoli, dove si tiene la cerimonia, significa perdersi buona parte dello spettacolo. Da una parte, si possono ascoltare le parole degli ospiti e assistere agli eventi collegati. Dall’altra, la visuale non è proprio delle migliori. Sta al singolo decidere qual è la priorità: evento a 360° o accensione delle luci?

Il luogo migliore per assistere all’accensione dell’albero di Gubbio è il parco del Teatro Romano. Bisogna farsi largo tra i tanti turisti in attesa, ma da quel punto la visuale è quasi perfetta, maltempo permettendo.

Borgo Sant’Angelo, la magia del Natale senza la confusione

Gubbio è un’antica cittadina medievale in provincia di Perugia e situata, appunto, alle pendici del Monte Ingino. I parchi e piccoli borghi situati attorno alla cittadina riescono ad amplificare le sensazioni di pace e tranquillità tipiche della Regione.

Scegliere di visitare Gubbio e dintorni durante il periodo natalizio è un’ottima idea per assistere alla manifestazione degna di record. Se allo stesso tempo si vuole godere della pace e della tranquillità tipica delle zone, si può scegliere di soggiornare all’Hotel Albergo Diffuso Borgo Sant’Angelo, sito a Gualdo Tadino, in provincia di Perugia.

L’atmosfera tipica del Natale sarà amplificata dalla serenità che il territorio riesce a trasmettere e, allo stesso tempo, sarà possibile assistere alla bellezza temporanea regalata dall’albero di Natale più alto del mondo.

Contattaci per immergerti insieme a noi nell’atmosfera natalizia godendo del pieno relax e della tranquillità che il nostro ambiente ti regala!

× Possiamo aiutarti?