Corsa dei Ceri a Gubbio 2019: una grande festa secolare di popolo

festa dei ceri 2019 grande festa di popolo

Tra le tante tradizioni folcloristiche che abbiamo in Italia, la corsa dei Ceri di Gubbio è una delle più particolari. Nasce nel 1160 come una processione tradizionale, per trasformarsi in una corsa sfrenata tra santi che non ha rivali nel mondo.

Nel corso dei secoli, il percorso e le modalità della corsa sono rimasti quasi immutate. Soprattutto, gli abitanti di Gubbio hanno mantenuto la tradizione anno dopo anno, 15 maggio dopo 15 maggio. Al contrario di tante altre tradizioni folcloristiche, infatti, la corsa non è stata abbandonata e rispolverata secoli dopo. Anche per questo motivo, l’evento attira migliaia di turisti ogni anno.

Per la corsa dei Ceri di Gubbio 2019 si prevede un’affluenza da capogiro, come tutti gli anni. Scopri tutti i particolari di questa festa e come parteciparvi anche tu!

 

Cos’è la corsa dei ceri di Gubbio

Ogni 15 maggio, il Vescovo benedice i “Ceri”, ovvero tre strutture in legno sui quali poggiano altrettante statue di santi. Il tutto è montato su tre barelle, che ne consentono il trasporto a spalla da parte di gruppi di giovani uomini. Dopo la benedizione, gli uomini portano le statue dei santi in processione lungo le vie della città. Pressapoco.

Dopo la benedizione, i Ceraioli – gli uomini che trasportano i Ceri – partono in una corsa sfrenata lungo le vie medievali della città. Ali di folla assistono all’evento, parte integrante della corsa dei Ceri di Gubbio. I Ceri oscillano, qualche volta sfiorano gli edifici ai lati delle stradine. I Ceraioli si danno il cambio in corsa, per riuscire a sostenere l’enorme peso delle strutture fino alla fine del percorso.

Non si tratta di una “corsa” nel senso proprio del termine: non ci sono sorpassi e non ci sono tattiche per battere gli avversari. I Ceri partono dall’Alzatella e arrivano alla Basilica in cima al Monte Ingino sempre nello stesso ordine, da secoli. Ciò non significa che non ci sia un pizzico di spirito agonistico. Infatti, solo i Ceraioli più bravi riescono a far correre i Ceri quasi in verticale, senza che si inclinino troppo o cadano.

La vera vittoria per i Ceraioli sta nel percorrere 4,3 chilometri per intero, senza scivoloni, con tratti anche pericolosi. Il tutto circondati dalla folla urlante che di sicuro accorrerà anche per la corsa dei Ceri di Gubbio 2019.

 

Quanto pesano i Ceri di Gubbio e cosa rappresentano?

I Ceri di Gubbio sono costituiti da due prismi ottagonali in legno, montati uno sull’altro e rinforzati con un telaio in legno. In cima ai prismi ci sono tre piccole statue che rappresentano:

  • Ubaldo, patrono della città di Gubbio, protettore dei muratori;
  • Giorgio, protettore dei commercianti;
  • Antonio, protettore dei contadini.

Così come il percorso della sfilata dei Ceri di Gubbio è pressapoco uguale da secoli, lo stesso vale per le statue. I primi documenti iconografici che li rappresentano risalgono all’Ottocento. I disegni mostrano tre statuette molto simili a quelle attuali e, si crede, simili a quelle usate in precedenza.

Tutti e tre insieme, comprensivi di barelle per il trasporto, i Ceri pesano circa 300 chili. Ecco perché servono intere squadre per trasportarli e perché i Ceraioli devono darsi il cambio per resistere alla fatica.

Nel corso dell’anno, i diversi pezzi che compongono i Ceri riposano nella Basilica di Sant’Ubaldo. In occasione della corsa dei Ceri di Gubbio 2019, verranno tirati fuori e rimontati in vista dell’evento.

 

Ceri di Gubbio, il programma 2019

La corsa dei Ceri di Gubbio si tiene il 15 maggio di ogni anno, ma la festa inizia molto prima. Il programma dei Ceri di Gubbio è infatti articolato e ricco di iniziative:

 

  • La Discesa, la prima domenica di maggio

I Ceraioli trasportano i Ceri in posizione orizzontale, fino al Palazzo dei Consoli. Rimangono esposti nella sala dell’Arengo fino al 15 maggio.

 

  • La Vigilia, il 14 maggio

Alle ore 19, la folla si raduna in Piazza Grande in occasione dei rintocchi del Campanone.

 

  • La Mattina del 15 maggio

i Ceraioli vengono svegliati alle 5.30 dai Tamburini. Per tutti gli altri, bastano i rintocchi del Campanone. Segue la Messa delle 8 alla Chiesetta di San Francesco della Pace, dopo la quale si estraggono i capitani delle tre squadre di Ceraioli.

 

  • La Sfilata dei Ceri di Gubbio

Alle 9 i ceri escono e vengono portati in corteo per la città.

 

  • L’Alzata delle 11.30

ovvero il montaggio dei Ceri e il sollevamento da parte dei Ceraioli. È uno dei momenti più attesi nel programma dei Ceri di Gubbio e, forse, quello più conosciuto.

 

  • La processione di S. Ubaldo

Poco prima della corsa dei Ceri, intorno alle 17, si svolge la solenne processione della statua del protettore della città.

 

  • La corsa dei Ceri di Gubbio

ha inizio alle ore 18.00 e prosegue per il tempo necessario a finire il percorso. I Ceraioli si fermano per circa 15 minuti in fondo a Via Cairoli.

 

  • I Festeggiamenti

che chiudono la corsa dei Ceri di Gubbio 2019. I Ceri entrano nella Basilica, vengono festeggiati e quindi smontati in vista dell’anno successivo.

 

Assisti alla festa dei Ceri di Gubbio 2019 grazie a Borgo Sant’Angelo

Vuoi assistere anche tu alla festa dei Ceri di Gubbio 2019? Non è troppo tardi! Contatta l’Hotel Borgo Sant’Angelo e prenota subito una camera per mercoledì 15 maggio 2019. L’albergo si trova a Gualdo Tadino, in provincia di Perugia. Per raggiungere Gubbio bastano venti minuti in auto: un’occasione da non perdere per goderti le bellezze dell’Umbria e assistere a un grande evento!

× Possiamo aiutarti?