Frate Indovino porta il “Presepe Emozionale” a Gualdo Tadino

Per il secondo anno consecutivo, a Gualdo Tadino torna il presepe emozionale: all’interno della Chiesa Monumentale di San Francesco verrà allestito un borgo medievale originario dell’epoca di Francesco d’Assisi.

Con la conferma di Padre Matteo Siro, ministro provinciale dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini dell’Umbria, il Presepe emozionale di Frate Indovino ritorna durante il periodo natalizio con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale e del Polo Museale gualdesi.

Dopo il successo del 2016 che ha portato 18mila visitatori nel borgo in provincia di Perugia, i Frati Francescani Cappuccini di Assisi con la partecipazione della Casa Editrice Frate Indovino ripropongono il progetto “Buone Feste con il Presepio Emozionale”, esponendo le scene riguardanti la Natività.

Un evento adatto ad adulti e bambini: si può vivere il presepe al suo interno, camminando tra le vie e le botteghe del borgo, sino ad arrivare alla capanna di Gesù.

Il presepe emozionale più grande del mondo anche quest’anno saprà creare emozioni, facendo sentire i suoi visitatori protagonisti di una tradizione di fede e di cultura che avvolge l’intera città.

Progetto Presepe Emozionale Frate Indovino

La novità per il dicembre 2017 è che il presepe emozionale di Frate Indovino verrà installato anche nei comuni di Norcia, Visso, Amatrice e Gubbio. La scelta di luoghi colpiti da eventi sismici è data dall’obbiettivo di diffondere gioia e speranza come simbolo di rinascita.

Per questa occasione, nelle città terremotate il presepe emozionale sarà progettato all’esterno, con un materiale in plastica a più strati, in modo da resistere a pioggia e intemperie. Nei siti più importanti di questi paesi si potrà vedere la stella cometa, i Re Magi, l’angelo Gabriele e tutti i personaggi appartenenti alla Natività: un’iniziativa volta a donare alle famiglie un periodo di serenità e amore grazie allo spirito natalizio.

Il presepe emozionale è nato con lo scopo di rendere memoria al credo cattolico francescano, progettando un’architettura a grandezza quasi naturale di un tipico borgo medievale, formando così il primo presepio tridimensionale in tutto il mondo.

A circa ottocento anni di distanza dal presepe vivente di Greccio – voluto e realizzato dallo stesso San Francesco – nell’edizione passata, i Padri arricchirono la storica Chiesa Monumentale con una struttura completamente ecologica che si legava perfettamente agli affreschi presenti all’interno del sito.

Di certo impatto nazionale ed internazionale, il presepe emozionale si propone come il più grande del mondo. Anche per questo inverno, quindi, i cittadini di Gualdo Tadino e i turisti potranno farsi suggestionare da questa magnifica installazione.

Il successo del Presepe Emozionale più grande del mondo

Il presepe emozionale di Frate Indovino, nella sua prima edizione 2016, ha visto la partecipazione di 18mila visitatori tra bambini e adulti. L’installazione ha saputo cogliere, con semplici raffigurazioni tridimensionali, la tradizione della fede francescana con l’unione degli antichi mestieri propri di Gualdo Tadino.

Il progetto è stato curato nei dettagli sia da docenti universitari di storia medievale che da ingegneri meccanici, per creare una piattaforma di 250 metri quadrati su cui poter camminare e curiosare.

La rappresentazione è stata realizzata con materiale povero e riciclato, in particolare legno e cartone: su quest’ultimo materiale sono stati impressi fogli stampati in quadricromia per offrire l’effetto tridimensionale desiderato.

Il team, per ricreare nei dettagli gli antichi borghi umbri, ha studiato attentamente sia i colori usati che le strutture: dagli intonaci delle case, finestre, chiavistelli sino ai coppi dei tetti. Il risultato è stato una riproduzione verosimile a quella reale.

Inoltre, all’interno dell’intera scena, sono stati mostrati gli antichi mestieri dell’epoca come: il vasaio, il cestaio, la tessitrice, i pastori, le lavandaie, gli ortolani sino alle botteghe dell’erborista ma anche il frantoio, il mulino, il forno e una fontana, per arrivare alla capanna con la presentazione della Sacra Famiglia.

Percorrendo l’intero villaggio, è stato possibile respirare i messaggi di fede di San Francesco come il rispetto per la natura, per le creature viventi e l’incondizionata fiducia verso i giovani.

Entrando in questo villaggio medievale umbro, i visitatori hanno potuto camminare attraverso le vie, le case e le botteghe, estraniandosi dal mondo esterno per vivere la spiritualità e la vita quotidiana, condotta in un periodo storico ormai lontano.

Grazie allo spettacolo di forme e luci, il progetto dei Cappuccini Umbri ha ottenuto un esito positivo, realizzando il presepe più grande del mondo.

Albergo Borgo Sant’Angelo a Gualdo Tadino

La pittoresca cittadina ai piedi dell’Appenino Centrale si distingue per la sua ricchezza in fatto di arte, enogastronomia, spiritualità e folklore che periodicamente attira numerosi turisti da tutta Italia e non solo.

Per coloro che desiderano godersi una vacanza tra spiritualità, arte e natura, nonché approfittare di un’esperienza unica all’interno del Presepe Emozionale – durante il periodo natalizio -, sarà possibile soggiornare nel romantico tre stelle Borgo Sant’Angelo – Albergo Diffuso.

L’hotel sorge all’interno di un antico monastero risalente al 1200 ed è situato nel centro storico di Gualdo Tadino, una posizione strategica che permette di passeggiare tra le vie antiche del paese e visitare la famosa sorgente dell’Acqua Rocchetta.

Borgo Sant’Angelo è rinomato per le camere accoglienti che donano ai clienti benessere e relax, offrendo così un’esperienza unica tra la tradizione e l’accoglienza tipica umbra.

A distanza di qualche chilometro, è possibile raggiungere le città di Assisi, Perugia e Spoleto, luoghi celebri per la ricchezza della loro storia.

Se volete passare un weekend assaporando la tradizione umbra, cogliendo l’occasione del Presepe Emozionale di Frate Indovino, CONTTATATECI oppure prenotate il vostro soggiorno sul nostro form.