Calendimaggio Assisi 2018: l’Umbria e le rievocazioni storiche

Calendimaggio Assisi 2018

Torna anche per il 2018 l’evento più atteso non solo dagli Umbri ma anche dai molteplici visitatori che ogni anno si recano ad Assisi per assistere al Calendimaggio: una rievocazione storica di origini antichissime che vede i cittadini lasciare le loro comuni vesti per adottare quelle medioevali.

Per questo 2018 il Calendimaggio di Assisi si terrà nelle date dal 2 al 5 maggio, tre giorni ricchi di eventi e riti derivanti dalla tradizione e dal folklore umbro: dalla benedizione dei Vessilli alla rievocazione medioevale, da giochi di forza a sfide canore.

Ogni anno il Calendimaggio di Assisi è redatto da un programma dettagliato in modo da consentire a chiunque lo desideri, di partecipare interamente o parzialmente a questo evento storico in un paese che per l’occasione si divide in due: la Parte Sopra e la Parte Sotto.

Durante l’evento Assisi si illuminerà di gioia e divertimento, pertanto se si desidera soggiornare in luogo tranquillo e lontano dalle luci della città, l’antico monastero Borgo Sant’Angelo è perfetto per questa occasione. A soli 45 minuti da Assisi è possibile godere della pace, della bellezza e della tradizione storica racchiusa nel piccolo paese Gualdo Tadino.

Calendimaggio Assisi 2018: origini, date e programma

Cortei, canti e gare ad Assisi

Come ogni anno in primavera torna l’evento tanto atteso nella città di S.Francesco: il Calendimaggio di Assisi anche per il 2018 non mancherà al folklore rievocandone i riti di gioia, i canti e le musiche, simboli del ritorno della primavera.

Le origini del Calendimaggio derivano da manifestazioni nate dal sentimento del popolo degli Umbri. Lo spirito con cui iniziava la festa della primavera era un inno all’amore e alla gioia di vivere, di rinascere dopo le giornate fredde e lunghe dell’inverno. In queste manifestazioni si ballava, si cantava e si beveva in compagnia. I testi venivano recitati per rendere omaggio all’avvento della nuova stagione e, dagli antichi documenti ritrovati, anche S. Francesco componeva poesie da ballo e canti. In questo periodo tali composizioni venivano appunto chiamate canzoni di maggio.

Agli inizi del 300’ Assisi raggiunse il suo massimo splendore, motivo per cui la città venne divisa in due: nella Parte Sopra risiedeva la famiglia Fiumi mentre nella Parte Sotto la famiglia Nepis. Due casate rivali che portarono a numerosi scontri civili. Tuttavia, nonostante queste diatribe rimase sempre viva la consuetudine di celebrare il Calendimaggio: in quelle notti di primavera le armi venivano abbandonate per essere sostituite dai canti e dalle musiche.

Un’usanza questa che si protrae ancora ad oggi: le due frazioni danno vita ad una contesa tale da richiamare tutti i cittadini di Assisi ad abbandonare le loro abitudini quotidiane per immergersi nella viva tradizione.

Calendimaggio Assisi: programma previsto per il 2018

Assisi Parte Sopra e Parte Sotto

Per il 2018 il Calendimaggio di Assisi vede le date 2-3-4-5 maggio, precisamente inizierà mercoledì e terminerà sabato. In tal senso è bene specificare che le date della tradizione del Calendimaggio per alcuni decenni sono state dal 29 aprile al 1 maggio, tuttavia da ormai diversi anni si è deciso di celebrare tale cerimonia nei primi giorni di maggio per non “intaccare” la celebrazione laica, ossia il 1 maggio.

Come ogni anno il Calendimaggio di Assisi nelle date previste garantirà giornate intense di emozioni e ricche di significato storico, capaci di interpellare tutti i cittadini a scendere in piazza per vivere la gioia del nuovo ciclo di vita.

Anche per l’edizione del 2018 il Calendimaggio di Assisi presenta un programma ben delineato e strutturato su tre giornate:

  • Consegna delle Chiavi: Atto e momento ricco di significato con il quale il Sindaco della Città di Assisi offre al Maestro de Campo la podestà giudiziaria per tutto il periodo della manifestazione.
  • Bandi di Sfida: Alla fine dei cortei vi è la lettura dei bandi di sfida, un’occasione per attaccare con sarcasmo l’avversario.
  • Madonna Primavera: Al termine delle sfilate dei cortei e delle Parti avviene l’elezione della Madonna Primavera, soltanto dopo lo svolgimento di tre gare di forza e abilità, fatte dai rappresentati di Parte Sopra e di Parte Sotto. Queste sfide prevedono il tiro alla fune, la corsa con le tregge e il tiro con la balestra. La Parte che vince almeno due delle tre gare può nominare la Regina della Primavera tra le sue cinque Madonne.
  • Scene di Parte: Rievocazioni medioevali che avvengono durante la sera sia dalla Parte Sopra che dalla Parte sotto.
  • Corteo del giorno: Manifestazione che concretizza la sfida tra le due Parti, rappresentata da sfilate in costume Medioevale. Durante questi cortei vengono raccontate storie e vicende medievali con un’alternanza di scenografie, coreografie e opere teatrali.
  • Corteo della Sera: Le Parti si provocano nella Piazza del Comune attraverso dei cortei distinti da fuochi e tenere atmosfere.
  • Sfida Canora: I cori delle due Parti si sfidano con tre brani a testa alternandosi in una conchiglia per offrire una miglior diffusione acustica.
  • Verdetto: Terminata la sfida canora le due Parti, con tutti i loro seguaci, aspettano in Piazza il responso dei giurati. Una volta presa la decisione il Maestro de Campo nomina il vincitore del Palio.

Un evento pertanto molto apprezzato e animato: in soli tre giorni è possibile vivere di persona un periodo storico molto lontano ma intrinseco di tradizione e folklore della terra umbra. Dai costumi alle musiche è possibile sentire la gioia, l’amore ma anche l’onore di farne parte.

Borgo Sant’Angelo: un soggiorno nella storica Gualdo Tadino

Il Calendimaggio di Assisi 2018 è sicuramente un evento da non perdere vista anche l’occasione di poter passare un weekend nella terra Umbra, ricca di paesaggi mozzafiato, arte, cultura e, soprattutto, folklore.

Dai percorsi naturali delle Cascate delle Marmore sino alle incantevoli Isole del Lago Transimeno, chiunque lo desideri può trascorrere qualche giornata alla scoperta di luoghi che solo l’Umbria sa offrire. In tal senso l’antico monastero Albergo DiffusoBorgo Sant’Angelo si trova in una posizione strategica vista la possibilità di poter raggiungere comodamente i luoghi più attrattivi dell’Umbria.

Localizzato nel centro storico della città Gualdo Tadino, l’hotel Borgo Sant’Angelo è rinomato per la sua calda e caratteristica accoglienza emanata a partire da un ampio salone, da cui si può osservare il giardino (antico orto del Monastero), per terminare con intime e romantiche camere.

Contatta o scrivi per prenotare il tuo soggiorno ricco di divertimenti ma anche di pace e quiete garantiti dallo storico paese Gualdo Tadino. Non perderti il Calendimaggio di Assisi del 2018, Borgo Sant’Angelo dista soli 32.5 km dalla città natale di San Francesco. Un breve viaggio che ti permetterà di immergerti in un modo a sé stante.