Borgo Sant’Angelo raccontato da Anastasia Nanà Fontanesi

“Un vecchio borgo medievale, antichi sapori, tradizioni e la visione moderna di un turismo orientato al benessere degli ospiti, per ridare vita a quei paesi che “ce la vogliono fare”. Questi sono gli ingredienti perfetti per un progetto turistico d’eccellenza. Gualdo Tadino è uno di quei luoghi persi nel tempo, immerso nel verde dell’Umbria appenninica, nella cuore del nostro Paese. Tra antiche tradizioni e sapori, il piccolo borgo è circondato non solo da una natura immensa e stupefacente, ma soprattutto da centri culturali celebri in tutto il mondo, come Gubbio, Assisi e Perugia.Borgo Sant’Angelo è il “nuovissimo” Albergo Diffuso, inaugurato lo scorso aprile, nel cuore del piccolo borgo umbro. Nuovo si fa per dire, quando si parla in realtà di una struttura risalente al 1200 ricca di storia, cultura e aneddoti, che ha attraversato i secoli fino ad arrivare a nostri giorni. Un vecchio monastero, dove pietra e travi custodiscono gli antichi segreti del passato, mentre creano un ambiente avvolgente e un atmosfera unica nel suo genere.Dieci camere, ognuna con un proprio carattere e una propria storia, ma tutte arredate seguendo una rigorosa ricerca dell’autentico, utilizzando solo materiali semplici: legno e pietra. Tutto ciò che si trova all’interno dell’AD, fa parte della storia locale e dell’artigianato umbro. Nella Sala della Cucina, dove il grande tavolo unisce gli ospiti come nelle antiche e numerose famiglie contadine, viene servita tutte le mattine l’abbondante colazione, con specialità fatte in casa. La Sala della Storia con una biblioteca che raccoglie volumi del passato e di artisti contemporanei, per scoprire di più sulla cultura locale, sulle famiglie e sul tema dell’emigrazione. Il Bar Bistrot, dove gli ospiti vengono accolti al loro arrivo e dove avvengono degustazioni di vini, birre artigianali e liquori. Infine vi è il giardino, dove potersi rilassare immersi nel verde umbro, un tempo era l’antico orto dei monaci, oggi è un’oasi di pace e relax.
Borgo Sant’Angelo è una progetto giovane, dinamico, un sogno divenuto realtà e la porta d’ingresso per scoprire il cuore dell’Italia, quella piccola regione racchiusa tra vallate rigogliose e opere d’arte di inestimabile valore. Borgo Sant’Angelo è una visione nuova di turismo, autentico, semplice, avvolgente, così da far divenire Gualdo Tadino, la casa di tutti i viaggiatori.” (Bobos, Anastasia Nanà Fontanesi)

About Anastasia
Viaggio on the road da quando sono nata, i miei genitori mi hanno insegnato così, perchè prenotare o andare in agenzia quando il vero gusto del viaggio è quello di improvvisare, perdersi e vedere posti che nessuno conosce?! Ho deciso di far diventare la mia vita, tutto ciò che concerne i viaggi e il turismo, sto prendendo una laurea in scienze turistiche a Milano e poi…mille piani per il futuro, tra cui a breve anche l’Australia. A Travel’s Tale è un progetto nato nel 2010 dall’esigenza di voler condividere con tutti questa mia grande passione sia per i viaggi che per la scrittura. Il mio è un blog un pò “all’antica”, per scelta ovviamente. Preferisco le mappe ai satellitari, l’istinto alla pianificazione, la carta e la penna alle tecnologie (ovviamente ci si adatta). Amo il viaggio quando è allo stato puro della sua essenza e soprattutto, un paese per farmi innamorare, deve sapermi offrire una natura da togliere il fiato. Questo è il segreto del mio viaggiare: Travel with your soul. Travel with your heart. Never stop being curious.

× Possiamo aiutarti?