Situato a Fabriano, il Museo della Carta e della Filigrana si trova all’interno dell’ex convento dei padri domenicani e ha reso questa città famosa e unica a livello europeo. Si può dire, infatti, che a Fabriano la carta abbia fatto storia.

La Fabriano cartiera è un punto di riferimento, conosciuta come una delle pochissime città in cui, ad oggi, ancora si fabbrica la carta a mano, rispettando una tradizione pluricentenaria.
In origine, erano gli Arabi i primi maestri dei cartai Fabrianesi e utilizzavano le stesse materie prime: il lino e la canapa. Andando avanti nei secoli, le innovazioni che vennero apportate dalla Fabriano cartiera, o meglio dai suoi maestri cartai, portano la carta ad affermarsi come l’unica materia cui l’uomo affida la parola scritta per comunicare e tramandare i pensieri nel tempo.

Visitando a Fabriano il Museo della Carta e della Filigrana, è possibile accedere alla ricostruzione della cartiera medievale, dove osservare l’intero ciclo di lavorazione che riguarda, ad esempio, la scelta degli stracci; la pila idraulica a magli multipli, utilizzata per varie operazioni; la produzione della carta al tino, dove si immerge la “forma” per estrarne la pasta; infine, l’operazione della collatura.
Oltre a questo, è possibile accedere ad una serie di attività, la maggior parte delle quali rivolta alle scuole, che si concretizzano in corsi didattici a prezzi contenuti. Sono inoltre disponibili attività e corsi per adulti.

Per raggiungere la città di Fabriano da Gualdo Tadino, distante 24km, consigliamo il tragitto tramite la SS76 che, in poco meno di 30min, vi condurrà alla destinazione marchigiana.
Per maggiori informazioni su Museo della Carta Fabriano orari, prezzi biglietti, come arrivare e molto altro, vi consigliamo di visitare il sito ufficiale http://www.museodellacarta.com/

Altre attrazioni

L’Eremo delle Carceri di S. Francesco

L'eremo delle Carceri è uno degli splendidi luoghi francescani,...

Basilica di San Francesco d’Assisi

Basilica Papale e Sacro Convento di San Francesco in Assisi. In...

L’Eremo di Fonte Avellana

Il Monastero della Santa Croce di Fonte Avellana, conosciuto...

× Possiamo aiutarti?