5 luoghi da non perdere in Umbria

L’Umbria è unanimemente considerata una delle regioni più belle della Penisola. La straordinaria ricchezza storica e culturale di questa regione fa eco alle sue bellezze paesaggistiche e ad una natura lussureggiante, che ne ha propiziato l’appellativo di polmone verde d’Italia. I meravigliosi borghi adagiati sui colli, le chiese romaniche, i centri storici medievali ne fanno una delle regioni più visitate d’Italia. Volete sapere quali sono i 5 luoghi da non perdere durante un soggiorno in Umbria?

Perugia
Il capoluogo di regione offre monumenti di notevole pregio artistico, oltre a eventi culturali, enogastronomici e musicali che animano ogni periodo dell’anno e che hanno contribuito a rendere Perugia conosciuta in tutto il mondo. “Umbria Jazz” ed “Eurochocolate” sono due degli appuntamenti di spicco del cartellone cittadino. Imperdibile la Galleria Nazionale dell’Umbria, nella quale sono custodite opere del Perugino, del Pinturicchio, di Duccio di Boninsegna e Piero della Francesca.

Assisi
Assisi lega il proprio nome alla figura di San Francesco, cui è dedicata la splendida Basilica. Oltre al grande tempio cristiano, chi arriva ad Assisi deve assolutamente visitare il Palazzo dei Priori, Santa Chiara e l’Eremo delle Carceri, situato all’interno del Parco del Subasio, il monte che domina la cittadina. A pochi chilometri da Assisi sorge il meraviglioso borgo medievale di Gualdo Tadino, recante alcuni monumenti di indubbio interesse ed un graziosissimo albergo diffuso denominato Borgo Santangelo, presso cui vivere un’autentica esperienza di vita all’interno di un centro storico.

Le cascate delle Marmore
Ad offrire all’umanità questo spettacolo mozzafiato fu il console romano Curio Dentato, che decise di deviare il corso del Velino, facendolo precipitare con un salto di oltre 160 metri nel sottostante fiume Nera. Il Parco omonimo è a dir poco fantastico e cinge uno dei salti più alti di tutta Europa.

Orvieto
Prima etrusca e poi romana, Orvieto presenta numerosi monumenti degni di interesse, quale il Duomo, realizzato secondo i dettami dello stile gotico italiano e decorato da artisti del calibro di Beato Angelico e Luca Signorelli. Stupendo il dedalo di vicoli che innerva il centro storico.

Spoleto
La cittadina è nota per la Rocca di Albornoz e per l’acquedotto romano detto Ponte delle Torri. Il centro è un continuo alternarsi di palazzi nobiliari ed antichissime chiese, che conducono fino alla piazza dominata dalla Cattedrale, un’opera imponente che racchiude diversi stili architettonici ed alcuni meravigliosi affreschi, tra cui quello situato nell’abside, raffigurante le Storie della Vergine e realizzato da Filippo Lippi.