30 aprile, Festa del Maggio San Pellegrino

“All’ombra del Monte Camera si svolge l’alzata del Maggio che si rinnova nella frazione di San Pellegrino la notte tra il 30 aprile e il 1 maggio e che si lega ad un evento miracoloso avvenuto nel 1004, quando nei pressi dell’allora Castro Contranense morì, travolto da piogge torrenziali, un vecchio pellegrino diretto a Roma, poi ritrovato il mattino successivo con in mano un bastone fiorito.

Da allora, i maggiaioli scelgono due pioppi che trasportano in paese e, dopo averli scorzati e ripuliti da ramoscelli e imperfezioni, li congiungono l’uno all’altro, fino a formare un unico tronco, prima di issarlo al centro della piazza, dove rimane per tutto il mese.”
fonte: Gualdo Tadino e dintorni – Guida turistica – testo di Sergio Ponti.

Anche quest’anno, a San Pellegrino, da oltre mille anni, la tradizione si rinnova dal 24 al 26 aprile e dal 29 aprile al 2 maggio.
Tutto il programma completo su: www.sterzetto.it

× Possiamo aiutarti?